Bibbie, Evangeliari, Breviari e Libri d'Ore

Bibbie, Evangeliari, Breviari e Libri d'Ore

Orario & Sede

11 de nov. de 2021, 17:00 – 26 de maig de 2022, 17:00
Seminario gratuito con Crediti Formativi

L'evento

Bibbie, Evangeliari, Breviari e Libri d'Ore è il secondo seminario pubblico gratuito organizzato dal Research Centre for European Philological Tradition (Zurigo, Lugano, Firenze, Roma). Gli incontri si svolgeranno via Zoom ogni giovedì dall'11 novembre 2021 al 26 maggio 2022 (con crediti formativi per gli studenti dell'Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale e dell'Università degli Studi del Salento).

Il seminario si inserisce all’interno di un più articolato Corso di Codicologia applicata per case d'asta e gallerie antiquarie, organizzato dal centro RECEPTIO sull'arco di un biennio,e si presenta come una serie di conferenze che riuniscono intorno al tema Bibbie, Evangeliari, Breviari e Libri d'Ore  i contributi di relatori provenienti da varie università.

Per chi non potesse assistere agli interventi in diretta, i video sono disponibili - circa due gg dopo la conferenza - all'indirizzo: https://www.receptio.eu/codicologiavideo

PROGRAMMA PROVVISORIO (le date verranno rese note entro il 30 settembre), in aggiornamento costante

INTERVENTI SULLE BIBBIE

Data: 31 marzo 2022

Conferenziere: Innocent Smith, op

Assistant Professor of Homiletics

St. Mary’s Seminary and University

Baltimore, MD

Lingua: Inglese

Titolo: Bible-Missal-Breviaries and the Celebration of the Liturgy

Abstract: In the 13th century, many book makers experimented with combining the Bible with various types of liturgical texts. In this presentation, I will analyze two 13th century manuscripts which combine the Bible with the Missal and Breviary: Lisbon, Biblioteca Nacional de Portugal, IL 34 and Philadelphia, University of Pennsylvania, Ms. Codex 236. These two manuscripts share in a wider tradition of Bible Missals, but are distinctive in also including texts for the Divine Office alongside those for the Mass. While representing distinct liturgical traditions, the manuscripts take similar approaches to the combination of liturgy and scripture

Data: 7 aprile 2022

Conferenziere: prof. Marilena Maniaci; prof. Giulia Orofino

Professoresse ordinarie di Storia del libro manoscritto e di Storia dell’arte medievale

Università degli studi di Cassino e del Lazio Meridionale

Lingua: italiano

Titolo: La Bibbia a Montecassino. Il catalogo

Abstract: Per chi desideri esaminare i cambiamenti materiali, grafici, decorativi e testuali che interessano nel corso dei secoli l’allestimento della Bibbia manoscritta, Montecassino rappresenta un caso esemplare: il suo scriptorium ha promosso, come è noto, una forte e connotata tradizione locale, ma ha anche recepito e rielaborato influenze provenienti dall’esterno; la sua biblioteca ha inoltre accolto, già a partire dal medioevo, codici di diversa origine e provenienza. Il gran numero di testimoni biblici ancora conservati in loco, dalla distribuzione cronologica diversificata, prodotti nella stessa abbazia o nelle aree circostanti o pervenuti da diverse regioni dell’Italia e dell’Europa, fa di Montecassino un osservatorio privilegiato per illustrare le trasformazioni fisiche, testuali, grafiche e decorative, nonché i cambiamenti nell’uso del libro della Bibbia tra l’XI e il XIV secolo.

Data: 21 aprile 2022

Conferenziera: prof. Alessandra Perriccioli Saggese, 

professoressa ordinaria di Storia dell'Arte Medievale presso Università della Campania Luigi Vanvitelli e presso l’Università Suor Orsola Benincasa, Presidente della Società Internazionale di Storia della Miniatura.

Lingua: italiano

Titolo: Le Bibbie di Cristoforo Orimina

Abstract: Miniatore napoletano attivo nei decenni centrali del Trece

nto, appartenente ad una famiglia di pittori, Cristoforo Orimina fu a capo di una bottega che lavorò soprattutto per la corte napoletana. Il suo nome è noto grazie all'iscrizione apposta alla Bibbia di Malines (Lovanio, Universiteitsbibl., Fac.Theol., 1, c. 308v): "+ Hec est biblia magistri Nicolai de Alifio doctor(is) / + quam illuminavit de pincello (Christo)forus Orimina de Neapoli". La figura di Orimina, messa a fuoco nella sua complessità culturale da Bologna (1969) è stata ulteriormente approfondita, a partire dal 1979, da A. Perriccioli Saggese, con l'attribuzione di numerose opere.

Conferenziere: Morris M. Faierstein

M. M. Faierstein studied at the City College of New York, the Hebrew University, Yeshiva Pri Etz Hayyim (Jerusalem), Jewish Theological Seminary of America and received his Ph.D. in Religious Studies from Temple University in Philadelphia. In 2001, he was awarded an honorary D.D. by the Jewish Theological Seminary of America. He is the author or editor of seven books

Lingua: inglese

Titolo: The Early Modern Yiddish Bible: From the Mirkevet ha-Mishneh to Blitz and Witzenhausen (1534–1686).

Abstract: The vernacular developed by the Jews living in the German-speaking lands was referred to as “Teutsch,” meaning translation. In the 18th century it began to be called Jüdisch-Deutsch (Jewish-German) and eventually received its modern name, Yiddish. However, unlike the earlier Bible translations, there is no significant tradition in the lands where German/Yiddish was spoken of translating the Torah or other parts of the Bible into the Jewish vernacular prior to the Early Modern period. Hebrew remained the language of the Bible and its study. There is a meager tradition of Yiddish biblical manuscripts, with the majority of the few surviving manuscripts dating from no earlier than the 15th century. Many of the surviving manuscripts are copies of published works from the 16th and even the 17th century. There has been no significant scholarship on this manuscript tradition. For this reason, this study will restrict itself to the printed Yiddish works from the Early Modern period relating to the Bible. (External link: https://www.oxfordbibliographies.com/view/document/obo-9780199840731/obo-9780199840731-0207.xml)

INTERVENTI SUGLI EVANGELARI

Conferenziera: Cochell, Rebekah

Liberty University, 1971 University Boulevard Lynchburg, VA 24515

Lingua: inglese

Titolo: How the Book of Kells can inform and impact modern book design to increase reading comprehension and retention

Abstract: 

Data: 20 gennaio 2022

Conferenziera: Dr Agnès Bos

Lecturer, Museum and Gallery Studies 

Co-Director, Museums, Galleries and Collections Institute

School of Art History  

University of St Andrews 

School of Art History, 79 North Street 

St Andrews, KY16 9AL, Fife, Scotland

Lingua: francese

Titolo: L’évangéliaire de l’ordre du Saint-Esprit retrouvé

Abstract: L’ordre du Saint-Esprit, fondé par le roi de France Henri III en 1578, fut jusqu’à la Révolution française le principal ordre de chevalerie royal en France. Il se distinguait par une cérémonie annuelle particulièrement fastueuse au cours de laquelle les nouveaux chevaliers étaient reçus. Ils prêtaient serment au roi de France, chef de cet ordre, en posant les mains sur l’évangéliaire de l’ordre. J’ai récemment retrouvé ce manuscrit, réalisé à la fin du XVIe siècle et considéré comme perdu depuis le XIXe siècle, et je propose donc d’analyser sa création, son contenu et son usage au cours de l’histoire de l’ordre.

INTERVENTI SUI BREVIARI

Data: 24 marzo 2022

Conferenziera: Teresa D'Urso

Professore associato, Università degli Studi 

della Campania “Luigi Vanvitelli”

Lingua: italiano

Titolo:

Abstract

INTERVENTI SUI LIBRI D'ORE

Data: 27 gennaio

Conferenziera: Francesca Manzari, 

Professore associato, Sapienza Università di Roma

Lingua: italiano

Titolo: Libri d’ore e codici devozionali nell'Italia tardomedievale: tipologie di testi e ruolo delle immagini

Abstract: I libri per la devozione utilizzati in Italia nel tardo Medioevo presentano una varietà notevole rispetto alla produzione transalpina. I libri d’ore, infatti, non raggiungono qui la diffusione, ma neppure la standardizzazione che caratterizza quelli franco-fiamminghi. Nella penisola le letture alternative, per le pratiche devozionali, rimangono numerose nell’arco del Trecento. Sono proprio le immagini a modellare le differenti tipologie di testi, adattando i codici che li contengono all’uso per la devozione privata. L’intervento intende presentare questi fenomeni, che devono essere indagati in modo complessivo, per restituire l’immagine della multiforme galassia costituita da questi straordinari codici miniati.

Data:

Conferenziera: Josefa Planas Badenas

Catedrática de Historia del Arte Medieval, Universitat de Lleida

Lingua: spagnolo

Titolo: Singularidades de los libros de horas iluminados en la Corona de Aragón y en la Corona de Castilla durante los siglos medievales

Abstract: Una característica fundamental, persistente en los libros de horas confeccionados al sur de los Pirineos, es la presencia de una serie de variantes textuales e iconográficas ajenas a las clasificaciones efectuadas por el abate Víctor Leroquais en su magna obra Les livres d’Heures manuscrits de la Bibliothèque nationale, 3 volúmenes, París 1927 y el Supplément aux livres d’heures manuscrits de la Bibliothèque Nationale, Mâcon, 1943. Nuestra exposición versará sobre las singularidades manifiestas en los libros de horas iluminados en las dos coronas de la Península Ibérica durante el período tardo-gótico. La interpretación de las imágenes que los ilustran y los textos específicos que les sirven de base se efectuará a luz de la sensibilidad religiosa de la época, expresada por teólogos y moralistas coetáneos.

 

 

Condividi questo evento