Eleonora d'Aquitania, sovrana di due regni

Registration is Closed
Eleonora d'Aquitania, sovrana di due regni

Orario & Sede

Orario da definire
Gratuito, con offerta

L'evento

Due volte regina: Eleonora d’Aquitania, la bella Alienor cantata da trovatori, trovieri e poeti anglonormanni, sposa giovanissima prima di Luigi VII di Francia, il quale innamorato pazzo secondo i cronisti si comportava «in modo assolutamente puerile», poi, a trent‘anni, tre settimane dopo l’annullamento del primo matrimonio, convola a nozze con Enrico Plantageneto, più giovane di lei di almeno dodici anni. Enrico II è il primo di una serie di sovrani che porteranno l’Inghilterra al rango di grande potenza d’Europa. Eleonora vive in un’epoca di rinascita delle lettere, delle arti e della cultura. È anche tramite fra due generazioni poetiche di straordinaria importanza. Il nonno, il duca Guglielmo IX d’Aquitania, è il "primo trovatore"; mentre la corte di una delle sue figlie di primo letto, Maria di Champagne, sarà il riferimento di un cenacolo altrettanto fertile per le arti e la poesia. A venticinque anni Eleonora accompagna il marito in Terrasanta in occasione della seconda Crociata e viene aspramente criticata dai suoi contemporanei per la quantità di bagagli e di persone al seguito. 

Per Enrico II divenne pericolosa quando si schierò con i figli nella loro rivolta contro il padre; fu imprigionata e ottenne la libertà soltanto dopo quindici anni, alla morte del consorte. Ancora combattiva, nella contesa per la corona prese le parti del prediletto figlio Riccardo Cuor di Leone contro un altro figlio, il debole Giovanni Senza Terra. Quando Riccardo fu fatto prigioniero nella guerra contro i francesi non lo abbandonò e a più di settant’anni di età peregrinò in Europa da una corte all’altra e persino dal papa per raccogliere il denaro sufficiente al riscatto. Quasi ottuagenaria dovette combattere contro il nipote Artù e condurre in Francia la nipote Bianca, che il 23 maggio del 1200 andò in sposa al futuro Luigi VIII (1187-1226), figlio del re di Francia, Filippo Augusto e di Isabella di Hainaut. Eleonora, bella, spregiudicata e forte è sepolta nel monastero di Fontevrault e sul sarcofago è ritratta con un libro fra le mani. A entrambi i mariti aveva portato in dote una terra da sogno, la ricca, soleggiata e colta Aquitania. Se ne parlerà durante una conferenza aperta al pubblico.

EVENTO GRATUITO con offerta

La Fondazione RECEPTIO è riconosciuta come ente senza scopo di lucro dalla Divisione delle Contribuzioni del Canton Ticino - contributi a partire da CHF 100 sono deducibili dalle imposte.

Per chi volesse effettuare un pagamento su IBAN, senza dunque utilizzare PayPal, né immettere i dati della carta di credito online, questi sono gli estremi bancari della nostra Fondazione:

IBAN: CH490024724720411301Q

Fondazione Internazionale RECEPTIO

Account Nr.: 247-204113.01Q

BIC: UBSWCHZH80A

ISCRIZIONE GRATUITA AL PRIMO INCONTRO

Dopo aver effettuato la registrazione, riceverete un link all'aula virtuale dove si svolgeranno le lezioni.

Biglietti
Price
Quantity
Total
  • Gratis, non sostengo RECEPTIO
    €0
    €0
    0
    €0
  • Partecipazione conferenza
    €25
    €25
    0
    €0
  • Sostenitore
    €100
    €100
    0
    €0
Total€0

Condividi questo evento