[via Meet] Alla scoperta di Michelangelo

Registration is Closed
[via Meet] Alla scoperta di Michelangelo

Orario & Sede

13 de jul. de 2020, 17:00 – 31 de des. de 2020, 21:00
Alla scoperta di Michelangelo

L'evento

Una delle difficoltà principali nello studio di un gigante della cultura del Cinquecento come Michelangelo è l’impossibilità di situarlo in una categoria ben definita. Michelangelo è scultore, pittore, architetto, artista poliedrico o impegnato, come si direbbe oggi, con tutte le implicazioni politico-sociali che questa definizione impone, ed è anche poeta. Un genio che ha attraversato il secolo,  vissuto avvenimenti fondamentali, sia da un punto di vista politico che culturale: la vita alla corte di Lorenzo il Magnifico, il neoplatonismo, la predicazione di Savonarola, il sacco di Roma, l’avvicendarsi della repubblica e della signoria medicea a Firenze, la collaborazione, spesso tumultuosa, con diversi papi, fino alla decisione dolorosa di allontanarsi definitivamente da Firenze e stabilirsi a Roma. Esperienze che hanno influito in maniera importante sulla sua opera e sulla sua scrittura. Nelle Rime coesistono diversi registri e diversi stili : dal sublime delle liriche amorose, al comico che risente della tradizione di Pulci e Burchiello, fino al grottesco e alla caricatura. Il corpus poetico buonarrotiano contiene 302 composizioni (sonetti, madrigali, capitoli), riportate in lezioni sempre più genuine ed aggiornate dal Guasti (1863), dal Frey (1897) e dal Giraldi (1960). Le prime liriche, risalenti al 1503, mostrano in particolare una dipendenza dalle rime “petrose” di Dante, anche se vi si rinvengono echi del Canzoniere petrarchesco, dei poeti del tardo Quattrocento quali Lorenzo il Magnifico, Luigi Pulci e dei cosiddetti rimatori burleschi, conosciuti nel fervido ambiente culturale della corte medicea. Dopo questo apprendistato, la sua opera poetica diventa meno occasionale e si colora di toni personali e di una cupa meditazione sulla fugacità della vita, sul peccato, sul pentimento e sul senso incombente della morte. Successivamente questa tenebrosa poetica, indice di una crisi umana e religiosa, sfuma nel neoplatonismo e nelle tematiche della nascente Controriforma. Così l’esaltazione della bellezza fisica, “manifestazione di un’armonia spirituale, segno, rivelazione ed incarnazione del divino”, si coniuga con la concezione dell’amore non più vincolo umano, ma legame universale e con il fervore religioso e morale. Nelle ultime rime ritornano i pensieri di morte, l’angoscia del peccato, la disperazione della salvezza, le fervide invocazioni per la redenzione dell’anima, che invadono la musa michelangiolesca. Nella vastità dei temi trattati verranno analizzate in particolare le composizioni legate all’amicizia e all’amore platonico per Tommaso Cavalieri e per Vittoria Colonna.  Le stagioni della poesia michelangiolesca verranno dunque analizzate di concerto con l'attività artistica di scultore e pittore, oltre che di architetto, del Buonarroti al fine di indagare il genio il più possibile nella sua interezza. 

Il corso, a distanza, si articola secondo due modalità:

10 ore, del costo di 500 Euro

20 ore di corso specialistico post-laurea di 1500 Euro

Date e orari concordabili con i docenti

Biglietti
Price
Quantity
Total
  • Michelangelo (corso di 10h)
    €500
    €500
    0
    €0
  • Corso specialistico 20h
    €1,500
    €1,500
    0
    €0
Total€0

Condividi questo evento